– Comitato Nazionale per il VI centenario della nascita di Leon Battista Alberti: LEON BATTISTA ALBERTI UMANISTA E SCRITTORE – filologia, esegesi, tradizione. Convegno internazionale di Studi, Arezzo, Palazzo degli Stemmi, Centro di Studi sul Classicismo (Biblioteca Città di Arezzo), Fondazione Aretina di Studi sul Classicismo, Edizione Nazionale delle opere di L.B. Alberti, 24 – 25 – 26 giugno 2004.

Giovedì 24 giugno 2004 Palazzo degli Stemmi (Biblioteca Città di Arezzo), ore 9.00-10.00 Saluti inaugurali. Ore 10.00gli scritti in latino Presiede Gianvito Resta (Accademico dei Lincei) ore 10.00-10.30 Roberto Cardini (Univ. di Firenze), Un nuovo reperto albertiano; ore 10.30-11.00 Carmen Codoñer Merino (Univ. de Salamanca), La dos redacciones del Philodoxeos; ore 11.00-11.30 Mariangela Regoliosi (Univ. di Firenze), Linee di filologia albertiana: il De commodis litterarum atque incommodis e il Canis; ore 11.30-12.00 Elena Giannarelli (Univ. di Firenze), S. Potito: chi era costui?I ‘misteri’ dell’Alberti agiografo; ore 12.00-12.30 Maila Banchi (Univ. di Firenze), Sul testo del De iure; ore 12.30-13.00 dibattito; ore 15.30 gli scritti in latino Presiede Mariangela Regoliosi (Univ. di Firenze): ore 15.30-16.00 Andrea Piccardi (Univ. di Firenze), Per l’edizione del Pontifex: usi linguistici albertiani e congetture superflue; ore 16.00-16.30 Giuliana Crevatin (Scuola Normale Superiore di Pisa), Sul testo e le fonti del De Porcaria coniuratione; ore 16.30-17.00 Stefano Cartei (Univ. di Firenze), Per l’edizione critica dei Trivia senatoria; ore 17.00-17.30 pausa caffè; ore 17.30-18.00 Maria Letizia Bracciali Magnini (Univ. di Firenze), Fonti vecchie e nuove del Momus; ore 18.00-18.30 Donatella Coppini (Univ. di Firenze), Osservazioni per un’edizione e un commento dei Psalmi precationum; ore 18.30-19.00 dibattito

Venerdì 25 giugno 2004 Palazzo degli Stemmi (Biblioteca Città di Arezzo), Ore9.00 gli scritti in volgare Presiede Caterina Tristano (Univ. di Arezzo-Siena): ore9.00-9.30 Letizia Lambertini (Univ. di Ferrara), Medicina e bellezza nei Libri de famiglia; ore9.30-10.00 Gino Ruozzi (Univ. di Bologna), Elementi aforistici nei Libri de familia e negli Apologi; ore 10.00-10.30 Luigi Trenti (Univ. per Stranieri di Siena), Note esegetiche alle Rime; ore 10.30-11.00 Francesco Sberlati (Univ. di Bologna), Note sulla tradizione del Theogenius e di Villa; ore 11.00-11.30 pausa caffè; ore 11.30-12.00 Giovanna Ida Rao (Biblioteca Medicea Laurenziana), Su un documento coronario: il De profugiis erumnarum; ore 12.00-12.30 Michel Paoli (Univ. de Amiens), Battista e i suoi nipoti: il conservatorismo albertiano nel De iciarchia e le ultime opere volgari; ore 12.30-13.00 dibattito; ore 15.30 gli scritti d’arte Presiede Lionello Puppi (Univ. di Venezia Ca’ Foscari): ore 15.30.16.00 Lucia Bertolini (Univ. di Chieti-Pescara), Fonti e sistema delle fonti nel De pictura; ore 16.00-16.30 Stefano Marconi (Univ. di Roma La Sapienza), Sulla rielaborazione delle fonti antiche nel primo libro del De pictura; ore 16.30-17.00 Giuseppe Barbieri (Univ. di Venezia Ca’ Foscari), “Alter deus”. La riflessione di Alberti sullo status della pittura; ore 17.00-17.30 pausa caffè; ore 17.30-18.00 Rocco Sinisgalli (Univ. di Roma La Sapienza), Esegesi linguistica per la questione del “Daemon pictor” nel De pictura; ore 18.00-18.30 Marco Collareta (Univ. di Bergamo), Aspetti e problemi di un commento al De statua; ore 18.30-19.00 dibattito.

Sabato 26 giugno 2004 Palazzo degli Stemmi (Biblioteca Città di Arezzo), Ore9.00 tradizione e fortuna Presiede Antonia Tissoni Benvenuti (Univ. di Pavia): ore 9.00-9.30 Lorenz Böninger (Univ. München), Le stampe quattrocentesche delle opere albertiane; ore9.30-10.00 Patrizia Castelli (Univ. di Ferrara), Il concetto di ‘arioso’ nel De pictura e dintorni; ore 10.00-10.30 Isabelle Bouvrande (Centre d’Etudes Supérieures de la Renaissance de Tours), Une réception du De pictura à Venise au XVIe siècle : le Dialogo de pittura de  Paolo Pino; ore 10.30-11.00 Ranieri Varese (Univ. di Ferrara), Il De pictura e il De statua come una delle radici dell’ “Accademia del disegno”; ore 11.00-11.30 pausa caffè; ore 11.30-12.00 Lucia Collavo (Univ. di Venezia Ca’ Foscari), La ricezione dell’Alberti in Vincenzo Scamozzi; ore 12.00-12.30 Enikö Békés (Accademia delle Scienze Ungherese), Opere e bibliografia albertiane in Ungheria; ore 12.30-13.00 dibattito. Ore 15.30tradizione e fortuna Presiede Roberto Cardini (Univ. di Firenze), ore 15.30-16.00 Mariàngela Vilallonga Vives (Univ. de Girona), Quid tum. La perviviencia hispanica de Leon Battista Alberti; ore 16.00-16.30 Gábor Hajnóczi (Univ. Cattolica Péter Pázmány – Piliscsaba) Per un’edizione ungherese del De re aedificatoria; ore 16.30-17.00 Francesco Paolo Di Teodoro (Politecnico di Torino), Un codice londinese della Descriptio? Equivoci, fraintendimenti e gelosie dall’epistolario Uzielli-Gnoli; ore 17.00-17.30 Simonetta Bracciali (Firenze), Il cantiere di restauro di Palazzo Rucellai, tra problemi di conservazione, manutenzione e conoscenza; ore 17.30-18.00 dibattito; ore 18.00Gianvito Resta (Accademico dei Lincei), Conclusioni. Segreteria del Convegno Dott.ssa Carlotta Burroni, Renata Vettori – Centro di Studi sul Classicismo, via della Bicchieraia 26 – 52100 Arezzo tel./fax 0575. 403078; tel. 0575.401610; 348.2424711; e-mail: info@centrostudiclassicismo.it